Esportazioni olandesi in ribasso aprile 2020

dekoTouch News dekoTouch

Esportazioni orticole olandesi verso il basso ad Aprile.

Nell'aprile 2020, le esportazioni orticole olandesi sono diminuite dell'11% rispetto ad aprile 2019. L'esportazione di fiori recisi ha registrato il calo più marcato del 35%. Lo riporta Wageningen Economic Research (WUR) e Statistics Netherlands (CBS) sulla base di ricerche congiunte commissionate dal Ministero dell'agricoltura, della natura e della qualità alimentare. Dopo i fiori recisi, il più grande declino è stato osservato nell'orticoltura ornamentale (piante, prodotti per vivai, bulbi) al 18 percento, seguito da verdure con l'1 percento.

Le esportazioni di frutta sono ancora leggermente aumentate rispetto ad aprile 2020 (2 per cento), ma considerevolmente meno rispetto ai mesi precedenti. Tutti i settori dell'orticoltura hanno registrato dati sulle esportazioni più deboli mese per mese a gennaio. Le esportazioni svolgono un ruolo importante nell'intera catena di orticoltura e materiali di partenza (in olandese: Tuinbouw & Uitgangsmaterialen), ad es. coltivatori di frutta, verdura e fiori per seminare allevatori e costruttori di serre. Questa catena rappresenta il 4,7% delle esportazioni totali di merci dai Paesi Bassi. Nel 2019, le esportazioni della catena orticola sono ammontate a 24,5 miliardi di euro.

Catena orticola buona per il 2,7 per cento del PIL Olandese

Nel 2018, le aziende della catena orticola hanno contribuito all'economia olandese con 21,1 miliardi di euro, pari al 2,7% del prodotto interno lordo (PIL) dei Paesi Bassi. Ciò include sia i contributi diretti dei sottosettori sia i contributi indiretti di altri settori, tra cui ad esempio i servizi bancari e contabili per il settore orticolo. La catena orticola fornisce il 3,4% dell'occupazione totale nei Paesi Bassi. Ciò equivale a 254 mila anni di lavoro nel 2018. I lavori si trovano all'interno delle aziende orticole stesse ma includono anche altri lavori all'interno della catena o fornendo servizi alla catena, ad es. lavoratori interinali che lavorano in questo settore come stagionali. Nei Paesi Bassi, il 4,5 percento di tutte le spese in R&S è dovuto alla catena orticola; questo ammontava a 0,8 miliardi di euro nel 2017. Ad esempio, le innovazioni nei settori della serra e di altre tecnologie orticole, nonché l'allevamento e la propagazione di semi e piantine.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Lost Password