Christmasworld 2019 a Francorte la Fiera delle Fiere della decorazione professionale Mondiale

dekoParty Oggi Vetrinistica Slider dekoTouch

CHRISTMASWORLD, PAPERWORLD E CREATIVEWORLD

I 3 saloni dedicati al mondo della decorazione professionale, al mondo della Carta e al mondo dell'Hobbistica confermano la loro posizione leader nel  panorama mondiale dei propri settori, e per il 2019 hanno messo in programma interessanti novità che porteranno ulteriori innovazioni nei singoli settori feristici, tutti questi saranno a disposizione dei visitatori professionisti che varcheranno le porte della fiera di Francoforte dal 25 al 29 gennaio 2019 a Francoforte.

 


I programmi della nuova edizione di Francoforte sono stati presentati a Milano, durante la conferenza stampa organizzata Da Messe Francoforte Italia. La presentazione
ha goduto della presenza della sig.ra Eva Olbrich, direttrice di Christmasworld e del sig. Michael Reichhold, direttore di Paperworld & Creativeworld che hanno sinteticamente espresso i valori di questi eventi feristici internazionali confermati dai numeri sia degli espositori stranieri sia dai visitatori stranieri che raggiungono quote percentuali molto elevate, ma hanno anche presentato le novità che aspettano i visitatori del 2019.

Per Christmasworld una nuova soluzione logistica grazie all’integrazione del nuovo padiglione 12 permetterà di visitare tutto il salone in senso rotatorio in modo da poter iniziare in un punto qualsiasi e di potersi ritrovare allo stesso punto dopo averlo visitato tutto. Il circuito integrerà oltre al nuovo padiglione 12 anche i classici 8,9 e 11. Mentre al 12 .1 il padiglione internazionale saranno presenti gli espositori provenienti dall’oriente e non solo: Hong Kong, Filippine, Vietnam, Cina, India, Giappone, Sry Lanka, etc. Questo comporta un’ulteriore ragionata disposizione espositiva mantenendo al padiglione 8 gli articoli per foristica e decorazioni per giardino, candele e nastri,mentre il padiglione 9 ospiterà il visual merchandising & illuminazioni insieme al natale e decorazioni stagionali che sarà sviluppato anche nel padiglione 11 insieme agli articoli per foristica e decorazioni per il giardino al centro del quale si troverà l’area del Christmasworld Trends 2019/2020 e Christmasworld Forum. Nel nuovo padiglione 12 saranno invece presentate le decorazioni stagionali per la primavera, l’autunno, la Pasqua e Hallowen oltre al Natale, abbinate alle creazioni artigianali dei Monti Metalliferi.

La sig.ra Eva Olbrich, direttrice di Christmasworld prima di tutto questo ha fatto una lunga premessa indicando quali fattori portano la Fiera di Francoforte a cambiare e quali situazioni sociali infuiscono sul commercio in generale. Nel 2018 Google ha compiuto 20 anni ed ha determinato un cambiamento radicale  nella cultura sociale mondiale infuenzando drasticamente le nuove generazioni, altrettanto ha fatto Amazon promuovendo e sviluppando un nuovo modo di acquistare, totalmente diverso da quello esperenziale fatto dal consumatore nel punto vendita, piccolo o grande.
Sono trasmutazioni signifcative che infuiscono non solo sulla società come esperienza di vita, ma sul modo stesso di pensare della società e sul trade.
Lo shopping diviene un nuovo hobby, un’attività da svolgere nel tempo libero.
Questo inatteso sviluppo del “trade online” ha portato alla moria di migliaia di piccole attività colpite dall’epidemia della “digitalizzazione”. Le stesse fautrici di questa moria una volta conquistato il predominio dell’online sbarcano sulla terra aprendo veri store in specifci settori book, fashion, etc.
Ormai online si può acquistare di tutto, anche la tua moto personalizzata o la tua auto, pagata via web ritirata in concessionaria, se non consegnata direttamente a casa.
Questo non è l’unico fattore che infuisce sui cambiamenti sociali, le persone sono sempre più in mobilità per cui ritorna l’urbanizzazione, si torna a vivere più in città che in natura. La mobilità costringe alla velocità non solo negli spostamenti ma anche nella digitalizzazione, tanto basta un
click!
Come in passato l’auto aveva portato ad uno stadio di individualità solitaria, seppur con uno spazio proprio attorno, ora ma in maniera più profonda gli smartphone rendono sempre più gli individui dei solitari facendoli vivere nel proprio mondo di “social” o nel nuovo mondo virtuale. Tutte queste evoluzioni sociali portano il consumatore a cercare nuove e più grandi esperienze d’acquisto e in tal caso la grande distribuzione 2.0 “il parco commerciale” diviene il relatore principale arricchendosi con una gamma di prodotti meno usuali.
Proprio sulla velocità si sviluppando altre tendenze commerciali come il pop-up store e il temporary store, esperienze di commercio a scadenza temporale dove il consumatore non deve cogliere l’attimo ma l’occasione.
Questo mix evolutivo del commercio stazionario ed online genera nuove forme di comunicazione, di apprendimento, di tendenze e di oferte per sedurre sempre più gli acquirenti.
Su questi presupposti e forti del supporto di uno studio esterno la Fiera di Francoforte presenterà le nuove tendenze del futuro che possano essere strumenti di supporto sia agli operatori commerciali nel loro punto vendita ma anche fonte di ispirazione per i produttori.

Anche il sig. Michael Reichhold, direttore di Paperworld & Creativeworld ha sottolineato l’importanza dei cambiamenti sociali che si ripercuotono nel nostro vivere quotidiano, basti pensare a come erano le scrivanie qualche anno fa, intasate di documenti e ingombre di accessori vari, cucitrice, evidenziatore, il terminale video del computer che ne occupava da solo una metà, etc. Ora sfiorano l’essenzialità un laptop di ultima generazione insieme ad un tablet o solo quest’ultimo e niente più. E di questo ne tiene conto Paper world che presenta il “Future Ofce” dove tutto deve essere flessibile e ancor prima la persona stessa deve essere estremamente fessibile. Si parla di orari di lavoro flessibili e postazioni di lavoro mobili, nonché della progettazione di uffici mutevoli e versatili - zone adibite a focus work per svolgere in tranquillità tutte le attività, sale riunioni e ambienti che favoriscono le relazioni sociali e generano occasioni di scambio.
Se cambia l’ufficio cambiano anche le librerie che insieme al prodotto primario affiancano sempre più prodotti di cancelleria e oggettistica dedicata, pelletteria, etc (l’insieme dei prodotti non-book) che nella mostra speciale Mr Book & Mrs Paper potranno trovare nuovi spunti di presentazione. Ovviamente non mancheranno gli spunti da trarre anche dall’area Paperworld Trends che sarà situata nel padiglione 3.1 e sempre maggior spazio avrà anche il settore dei consumabili, hardware e software, materiali rigenerati che sarà posto nel padiglione 6.0.

Il cambiamento tecnologico, la digitalizzazione, ha sviluppato la creatività in ogni luogo e in ogni modo con qualsiasi materiale sviluppando esponenzialmente il settore del do-it-yourself. Molte persone hanno maggior tempo libero, vuoi perché non hanno lavoro, vuoi perché hanno un lavoro part-time, vuoi perché l’economia familiare chiede di risparmiare su certi costi e allora molti si ingegnano nella realizzazione in proprio di piccoli accessori, arredi o comunque oggettistica d’utilità grazie al fatto di poter trovare on line tutti i prodotti di cui necessitano e i relativi tutorial per realizzare ciò che necessitano. Sull’onda di questo sviluppo e a cavallo del motto “la creatività rilassa e rende felici”anche Creativeworld è una fera in crescita non solo di visitatori ma anche di espositori. La fibrillazione dei visitatori è talmente elevata per poter partecipare a tutti i workshop in programma, a tutte le presentazioni delle aziende fornitrici di prodotti e utensili per realizzare ogni cosa e per poter carpire le tecniche e le manualità di quanti si prestano all’interno degli stand nel poco tempo a disposizione. Anche le persone in età avanzata si dilettano sempre più di bricolage per impegnare il vuoto dei giorni, ma che aiuta la socializzazione e mantiene in forma mentale, sminuendo sempre più il pensiero comune che la creatività manuale favorisce lo sviluppo delle capacità motorie e intellettive solo nei bambini; anche gli adulti amano colorare e dedicarsi all’hand lettering come controbilanciamento dell’esasperazione digitale di tutti i giorni.
Hobbistica, bricolage, grafca e belle arti, creazioni tessili e lavori manuali trovano nei padiglioni di Creativeworld tutto quanto di cui necessitano: strumenti multifunzionali per tornire, fresare e tagliare, set e materiali per il bricolage, colori, pietre preziose, feltro, libri sull’hobbistica e il bricolage, pittura su porcellana, forbici, colori per il viso, pastelli a cera, colori per la pittura su seta, nastri, passamaneria, articoli decorativi, articoli per foristi e confezioni regalo, fno a mosaici, materiali per inflare e legare, articoli in polistirolo, macchine da cucire, lana, flati, tessuti per il lavoro a maglia e all’uncinetto, cucito e ricamo e altri articoli per il fai-da-te.

In più quest’anno la new entry la “Street Art” irromperà nel quotidiano artistico con un settore specifco supportato addirittura dalla Style Scouts - Grafti Akademie, prima accademia dedicata al settore. La storia, gli strumenti, il futuro e gli sviluppi dei grafti e della street art saranno i temi afrontati nello spazio indoor riservato all’evento. Questo laboratorio di arte urbana proseguirà anche nell’area espositiva esterna, dove sarà messa a disposizione degli artisti di strada una grande parete rivestita con materiali di vario genere, come legno, cartone, tela cerata e cemento. Su questa parete enorme gli artisti mostreranno i tanti volti di questa disciplina artistica e la varietà dei materiali utilizzabili.
Saper fdelizzare la clientela ofrendo esperienze di acquisto concettuali e un’atmosfera accogliente per essere competitivo nel punto vendita sarà l’obiettivo del retail dedicato e con la mostra “Upgrade your store” si stimolerà come integrare nel punto vendita il tema della street art per raggiungere nuovi target group.
E non è tutto, non tutto infatti può essere descritto in queste poche righe, come sempre vale la pena di fare un viaggio esperienziale per ricaricare le batterie, per fare un carico di idee e per essere pronti al futuro già prossimo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Lost Password